“Untitled (Struttura che mangia)”, Giovanni Anselmo

Giovanni Anselmo è uno degli artisti più importanti del gruppo dell’Arte Povera, teorizzata e rappresentata da Germano Celant. Le idee alla base dell’Arte Povera rispecchiano un ritorno alla natura come elemento essenziale e privo di sovrastrutture - ma non per questo meno comunicativo - e una ricerca della migliore rappresentazione dell’entropia, intesa come tendenza inarrestabile…

“Privilege”, Amalia Ulman

Amalia Ulman è un’artista nata in Argentina e cresciuta in Spagna. Ha vissuto sulla propria pelle la condizione di immigrata in un paese europeo, conoscendo da molto presto nella sua vita le conseguenze della mancanza di rappresentazione, delle discriminazioni, delle differenze di classe. I suoi lavori più famosi sono due “performance” che l’artista ha messo…

“Letanìa”, Giuseppe Campuzano

Oggi vi parliamo di un artista, filosofo, drag queen e attivista peruviano, Giuseppe Campuzano (1969-2013). Nella sua ricerca artistica, si è concentrato sulla decostruzione di tutto ciò che compone l’identità personale: la sessualità, la cultura di nascita, l’appartenenza al mondo dell’arte, attraverso lo studio della storia del travestitismo e l’utilizzo di quest’ultimo nelle sue pratiche…

“Back Home”, Adrian Paci

Continuiamo a parlare di mobilità attraverso questa serie di fotografie dell'artista albanese Adrian Paci. L'opera rappresenta famiglie migrate dal loro paese di origine, in posa come nei classici ritratti di famiglia aristocratici. Tutte le persone ritratte sono vestite elegantemente, riprendendo quella narrativa. Lo sfondo è dipinto e rappresenta la casa di origine delle famiglie ritratte,…

“Legarsi alla montagna”, Maria Lai

Maria Lai era un’artista sarda, purtroppo morta nel 2013. Ci sarebbe moltissimo da discutere su di lei e sulle sue opere, ma vi consiglio di ascoltare l’episodio di Morgana dedicato a lei (lo trovate tranquillamente su spotify o qui).  L’opera di cui parliamo oggi è intitolata Legarsi alla Montagna ed è la prima opera relazionale…